Comune di Buddusò

Il sindaco

sindaco budduso
Giovanni Antonio Satta, nato a Buddusò l'8 luglio 1958 da Antonio Satta e Giovanna Sanciu.

Dopo le scuole dell'obbligo, a Buddusò, frequenta l'Istituto Tecnico "E.Fermi" di Ozieri dove consegue il diploma di geometra.
Dal 1984 viene assunto nell'area amministrativa del Comune di Buddusò. Vincitore di concorso interrompe gli studi universitari presso la facoltà di Scienze Politiche di Sassari per dedicarsi unicamente al lavoro di impiegato Comunale.
Sposato con Giannella Sannio padre di due figli Letizia e Antonio.
Consigliere Provinciale della Provincia di Sassari nell'aprile del 2000, ha ricoperto in seno al Consiglio Provinciale il ruolo di capogruppo di maggioranza.
Dal 2002 al 2005 entra a far parte del CINES (Consorzio Industriale Nord Est Sardegna).
Nel 2003 viene nominato dal Presidente Franco Masala Assessore ai Lavori Pubblici della Provincia di Sassari.
Nel periodo del suo mandato assessoriale, cessato nel maggio 2005, sono iniziati i lavori di costruzione di numerose opere infrastrutturali stradali di fondamentale importanza per il nord Sardegna, tra le quali il terzo lotto dell ABBASANTA-OLBIA (lotto Buddusò-Alà dei Sardi) le circonvallazioni di Ozieri, Golfo Aranci, Luras e Florinas, la nuova strada per Stintino, la strada di accesso a Sedini e l'ammodernamento della Strada Statale 128bis (OZIERI-PATTADA).

Nel 2005 candidato alle provinciali pur raccogliendo 1150 preferenze con il partito Fortza Paris (il più votato nel collegio Buddusò - Alà dei Sardi)non viene eletto nel Consiglio Provinciale di Olbia Tempio.
Fino ad oggi responsabile dell'ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Buddusò.

Competenze del Sindaco:

Il sindaco è l'organo responsabile dell'amministrazione del comune, rappresenta l'ente, convoca e presiede la giunta, nonché il consiglio quando non è previsto il presidente del consiglio, e sovrintende al funzionamento dei servizi e degli uffici e all'esecuzione degli atti.

Salvo quanto previsto dall' art. 107 del D.lgs. n. 267/2000, esercita le funzioni la lui attribuite dalle leggi, dallo statuto e dai regolamenti e sovrintende altresì all'espletamento delle funzioni statali e regionali attribuite o delegate al comune. Esercita altresì le altre funzioni attribuitegli quale autorità locale nelle materie previste da specifiche disposizioni di legge.

  • Ordinanze in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale.
  • Coordinamento e riorganizzazione, sulla base degli indirizzi espressi dal consiglio comunale e nell'àmbito dei criteri eventualmente indicati dalla regione, degli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici, nonché, d'intesa con i responsabili territorialmente competenti delle amministrazioni interessate, gli orari di apertura al pubblico degli uffici pubblici localizzati nel territorio, al fine di armonizzare l' espletamento dei servizi con le esigenze complessive e generali degli utenti.
  • Nomina, designazione e revoca (sulla base degli indirizzi stabiliti dal consiglio) dei rappresentanti del comune e della provincia presso enti, aziende ed istituzioni.
  • Nomina i responsabili degli uffici e dei servizi, attribuisce e definisce gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna. nel rispetto della normativa vigente, nonché dello statuto e regolamenti comunali.

Il sindaco, quale ufficiale del Governo, sovraintende:

  • Alla tenuta dei registri di stato civile e di popolazione ed agli adempimenti demandatigli dalle leggi in materia elettorale, di leva militare e di statistica;
  • All'emanazione degli atti che gli sono attribuiti dalle leggi e dai regolamenti in materia di ordine e di sicurezza pubblica;
  • Allo svolgimento, in materia di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria, delle funzioni affidategli dalla legge;
  • Alla vigilanza su tutto quanto possa interessare la sicurezza e l'ordine pubblico, informandone il prefetto.
  • Quale ufficiale del governo, adotta, con atto motivato e nel rispetto dei princìpi generali dell'ordinamento giuridico, provvedimenti contingibili e urgenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità dei cittadini; per l' esecuzione dei relativi ordini può richiedere al prefetto, ove occorra, l'assistenza della forza pubblica.
  • In casi di emergenza, ovvero quando a causa di circostanze straordinarie si verifichino particolari necessità dell'utenza, il sindaco può modificare gli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici, nonché, d'intesa con i responsabili territorialmente competenti delle amministrazioni interessate, gli orari di apertura al pubblico degli uffici pubblici localizzati nel territorio.

Chi sostituisce il sindaco esercita anche le sopra citate funzioni.

Stemma header
  Comune di Buddusò